Bussi, sentenza-shock: tutti assolti

2' di lettura 19/12/2014 - E’ finito con l’assoluzione di tutti i 19 imputati alla sbarra il processo per la cosiddetta ‘discarica dei veleni’ di Bussi sul Tirino. Le accuse formulate a carico del gruppo di tecnici e dirigenti della Montedison parlavano di disastro ambientale ed avvelenamento delle acque.

La Corte di Assise di Chieti, presieduta dal giudice Camillo Romandini, con una sentenza pronunciata nel tardo pomeriggio di venerdì 19 dicembre, in relazione alle accuse di avvelenamento delle acque ha assolto tutti gli imputati per insussistenza del reato. Per quanto riguarda il reato di disastro ambientale, derubricato da doloso a colposo, la Corte ha giudicato ‘non colpevoli’ gli stessi imputati per avvenuta prescrizione. Le motivazioni della sentenza saranno depositate entro 45 giorni.

La sentenza di assoluzione arriva al termine di un iter giudiziario lungo e tortuoso, che ha portato tra l’altro anche al coinvolgimento dell’ex ministro della Giustizia, Paola Severino, impegnata nel pool dei difensori.

I pm della Procura di Pescara, Bellelli e Mantini, avevano contestato i reati di disastro ambientale ed avvelenamento delle acque, con danni per le oltre 700mila persone che per anni hanno fatto uso dell’acqua inquinata. Oltre ad una richiesta di risarcimento superiore ai due miliardi di euro, per i reati contestati erano state chieste condanne da quattro a dodici anni.

Come si ricorderà, la vicenda era balzata alle cronache nazionali nel 2007, dopo che la Guardia Forestale aveva rinvenuto migliaia di tonnellate di rifiuti tossici interrati nella zona della discarica di Bussi, con l’avvelenamento delle falde acquifere della Val Pescara. Da lì, era partita l'inchiesta che ha portato alla sentenza di oggi, con la clamorosa assoluzione di tutti gli imputati.

"Il fatto che sia stato riconosciuto il disastro colposo - ha commentato il Presidente Luciano D'Alfonso - legittima l’iniziativa per la Regione di attivare una causa civile per il risarcimento dei danni da parte di chi ha ridotto le acque e le terre dell’Abruzzo in queste condizioni".






Questo è un articolo pubblicato il 19-12-2014 alle 17:45 sul giornale del 20 dicembre 2014 - 893 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ambiente, attualità, chieti, regione abruzzo, bussi sul tirino, montedison, vivere pescara, luciano d'alfonso, tribunale di chieti, articolo, discarica di bussi, processo bussi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/adb5