Periferie tra degrado e illegalità: politici e amministratori tornano a Fontanelle

3' di lettura 23/11/2014 - Dopo i gravi fatti di cronaca che hanno colpito i quartieri periferici maggiormente a rischio di Pescara, e a seguito delle continue sollecitazioni da parte del consigliere regionale Domenico Pettinari, nella mattinata di sabato 22 novembre il sindaco Marco Alessandrini, accompagnato dall'assessore Adelchi Sulpizio, dalla senatrice Federica Chiavaroli (NCD) e dal consigliere comunale Guerino Testa, ha tenuto un sopralluogo in via Caduti per Servizio, a Fontanelle (foto).

La visita, nell’ottica di un progetto di rilancio dell’area a sostegno di vivibilità, decoro e delle problematiche abitative, è stata decisa ‘in sinergia’, al fine di attivare tutte le iniziative amministrative e parlamentari possibili per lo sviluppo delle periferie ‘sensibili’ della città.

“Periferie che ci interessano – ha assicurato Marco Alessandrini incontrando cittadini, associazioni e residenti della zona –, il problema dell'edilizia popolare è una questione sensibile, ma che vede l'amministrazione comunale attiva, anche su altri fronti. Dei 180 alloggi comunali nessuno risulta occupato forzosamente e di quelli Ater, solo 9 su 202 lo sono. La sinergia che si manifesta oggi serve per attivare una filiera che coinvolga la Regione, al fine di ottenere risorse capaci di fare manutenzione e politica della casa dove serve”.

“Siamo qui fra partiti diversi – prosegue il Primo Cittadino - ma con rappresentanti istituzionali che nutrono la stessa sensibilità alla necessità di fare interventi concreti, di dare risposte alla gente. Dal canto comunale, appena insediati abbiamo riattivato progetti fermi, come quello della Palestra che si trova proprio di fronte alle abitazioni che veniamo a visitare, con lavori per 500mila euro che inizieranno a breve e che saranno ultimati per la primavera. Su via Tirino agisce anche il piano anti allagamenti e prestissimo attiveremo delle azioni in sinergia con l'Ater per mettere a frutto un'azione di razionalizzazione delle risorse e degli interventi. Faremo una giunta tematica per andare a fondo a tutte le questioni sollevate, compreso il rifacimento di alcuni tratti di manto stradale. Contiamo anche sulla collaborazione di chi vive e conosce il quartiere, per renderlo più vivibile”.

“Oggi le istituzioni hanno scritto una bella pagina per Pescara – così la senatrice Federica Chiavaroli -, ci siamo mossi insieme per visitare lontano dai riflettori della campagna elettorale una delle periferie della nostra città ed insieme cercheremo di dare risposte concrete. Quello che mi ha colpito è la grande differenza che c'è tra condominio e condominio, perché dove si è riuscito a creare un circolo virtuoso tra persone perbene e stabili decorosi le condizioni sono decisamente migliori dei posti dove invece si è creato il circolo vizioso di degrado ed abbandono. Siamo stati lì perché vogliamo che le istituzioni aiutino i circoli viziosi a diventare virtuosi risolvendo i problemi di manutenzione, di pulizia e decoro ma soprattutto contrastando le illegalità e le occupazioni abusive”.

L'iniziativa arriva dopo una serie di clamorose denunce del Consigliere regionale Domenico Pettinari (M5S), che ha invitato a più riprese gli amministratori cittadini a verificare dal vivo le condizioni in cui versano quartieri come Fontanelle e Rancitelli.






Questo è un articolo pubblicato il 23-11-2014 alle 17:57 sul giornale del 24 novembre 2014 - 638 letture

In questo articolo si parla di politica, pescara, degrado, illegalità, fontanelle, guerino testa, vivere pescara, domenico pettinari, federica chiavaroli, marco alessandrini, articolo, adelchi sulpizio, occupazioni abusive

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/abWg