Povertà ed emarginazione, numeri spaventosi a Pescara: 21.500 interventi nel 2013

2' di lettura 29/09/2014 - Si svolgerà martedì 30 settembre, a partire dalle ore 9,30 presso la Sala Tosti dell’Aurum il convegno intitolato ‘Povertà estrema, emarginazione e disagio abitativo: politiche e pratiche d’intervento oltre l’assistenzialismo’, a cura dell'associazione On the Road Onlus. (foto d'archivio)

L’associazione, che presso la stazione ferroviaria di Pescara gestisce ‘Train de vie’, un centro polifunzionale per persone senza fissa dimora, in quest’occasione presenterà il resoconto delle attività sul territorio, evidenziando la crescita impressionante dei numeri sulla povertà.

“Si tratta di un argomento divenuto purtroppo di estrema attualità – ha affermato il sindaco Marco Alessandrini in sede di presentazione dell’evento, insieme agli assessori Giuliano Diodati, Giovanni Di Iacovo e Adelchi Sulpizio –, da una parte c'è il dato della crisi che riguarda tutti, colpisce le famiglie e tocca non solo chi è italiano. Dall'altra c'è la politica che non solo deve essere in grado di dare delle risposte a richieste che sono davvero forti, ma deve saper cercare una linea di condivisione con chi opera nel sociale perché l'intervento sia utile. Questa condivisione sarà la nostra linea guida, con interventi a misura dei problemi e delle situazioni da affrontare”.

“Il convegno – ha aggiunto il Primo Cittadino - sarà importante per comprendere molte cose sulla realtà di persone che abbiamo sotto gli occhi ogni giorno, che non possono essere trattate solo come un problema di decoro urbano”.

Per l’anno 2013, il numero degli interventi sociali eseguiti da On the Road ha raggiunto quota 21.500, mentre sono 385 gli utenti del centro, a cui vanno ad aggiungersi altre 120 unità registrate a luglio 2014.

“Parliamo di persone apparentemente normali, ci sono stranieri, anche comunitari, e soprattutto tantissimi italiani, che rappresentano il 45% dell'utenza – ha aggiunto Antonello Salvatore, motore di On the Road –, l'età media è di 45-49 anni, e si parla per lo più di maschi. Il convegno nasce per suscitare un momento di riflessione pubblica sulla realtà che affrontiamo. Una realtà che non ha bisogno di un puro intervento assistenzialistico da parte delle istituzioni, ma che invece può e deve diventare depositaria di una nuova politica sociale e culturale”.

E proprio da questo nasce il progetto di housing sociale, di cui relazionerà uno dei maggiori esperti nazionali del settore, ovvero Marco Gargiulo. Nel corso del convegno saranno forniti anche i dati di una ricerca sulla devianza nell'area di risulta, denominata 'Violence in Transit'. “Si tratta di un report di forte impatto – conclude Salvatore -, che ha avuto come interlocutori cittadini, operatori e lavoratori di passaggio”.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 29-09-2014 alle 15:33 sul giornale del 30 settembre 2014 - 1923 letture

In questo articolo si parla di cultura, attualità, economia, volontariato, sociale, pescara, povertà, Poveri, crisi, welfare, vivere pescara, giovanni di iacovo, senza fissa dimora, on the road onlus, marco alessandrini, marco verri, articolo, giuliano diodati, adelchi sulpizio, antonello salvatore

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/0lk