Tassa sui rifiuti, detrazioni per pensionati e piccole imprese: ecco quanto pagheremo

3' di lettura 26/09/2014 - Non solo Irpef: i consiglieri della maggioranza, dopo l’innalzamento della fascia di esenzione dell’addizionale comunale a 16.040 euro, annunciano significative misure anche per quanto riguarda la tassa sui rifiuti.

E’ stata una settimana molto movimentata quella vissuta dalla Giunta guidata da Marco Alessandrini, pericolosamente in bilico tra i noti problemi di bilancio e le richieste sempre più pressanti piovute dall’opposizione, dalle imprese e dai cittadini.

Oggetto del contendere, è quasi superfluo sottolinearlo, sono le tasse e le imposte comunali. Ed è così che, travolto da un autentico profluvio di richieste, critiche e rivendicazioni, l’esecutivo è corso ai ripari, annunciando una serie di misure per tutelare le fasce più deboli della popolazione e le piccole imprese.

Il primo annuncio, arrivato 48 ore fa, riguarda appunto l’Irpef, con la decisione di innalzare la soglia di esenzione. Sferzata in Consiglio comunale dal Movimento 5 Stelle e dai partiti di Centrodestra, la maggioranza ha accettato di accogliere almeno in parte le richieste, con le coperture garantite dal taglio del 20% per i prossimi 3 mesi sulle indennità degli assessori e dello staff. Sulla questione resta però un grosso punto interrogativo, visto che l’adeguamento alla misura sarà a discrezione dei diretti interessati. Difficile comunque ipotizzare che qualcuno, in una situazione d’emergenza come questa, possa decidere di tirarsi indietro, esponendosi alla prevedibile ‘pubblica crocifissione’ da parte delle opposizioni.

L’altra novità, comunicata nella tarda serata di giovedì 25, riguarda le nuove detrazioni sulla Tari. L’annuncio arriva dai consiglieri Piero Giampietro (Pd), Ivano Martelli (Sel), Riccardo Padovano (Lcd), Piernicola Teodoro (Sc), Adamo Scurti (Pcp) e Lola Berardi (Ibc). “Dopo una Tares 2013 che aveva mandato sul lastrico centinaia di piccole imprese pescaresi fra ristoranti, bar, pizzerie, pasticcerie e ortofrutta, con aumenti fino al 300% rispetto alla vecchia Tarsu, finalmente il Comune si dota di aliquote sulla nuova tassazione dei rifiuti che aiuta i piccoli imprenditori ed i loro sforzi contro la crisi, e chiede un contributo maggiore a banche, istituti di credito e grande distribuzione organizzata, tornando ad agevolare anche i pensionati, a partire dai portatori di handicap”.

La decisione è arrivata dopo un lungo lavoro sulla rimodulazione delle aliquote, raggiunta grazie ad un lavoro condiviso dall’intero Consiglio comunale.

“Oltre 1.200 esercenti, penalizzati oltremodo lo scorso anno, vengono fortemente agevolati con riduzioni fra il 22 e il 35 per cento – affermano i consiglieri – e al tempo stesso abbiamo ottenuto di mantenere stabili le tariffe per le centinaia di imprese artigiane, per carrozzerie, autofficine, elettrauto e studi professionali, con incrementi al di sotto dei 70 centesimi per i negozi di abbigliamento e beni durevoli. Si tratta di attività a conduzione familiare che hanno bisogno di sentire le istituzioni vicine, ed ora una parte consistente delle imprese pescaresi avrà benefici da questa scelta politica e amministrativa”.

Ecco alcuni esempi di applicazione delle tariffe: i ristoranti passano da 31 euro della Tares a 19,85 euro, i bar e le caffetterie da 22,49 a 17,33, le pizzerie e gli ortofrutta da 20,05 a 16,55, le autofficine e le carrozzerie da 5,05 a 4,97, gli studi professionali e gli uffici restano a 5,78 euro.

Infine, il Consiglio comunale, con un emendamento illustrato a nome della maggioranza da Emilio Longhi, ha approvato anche nuove detrazioni del 20% sulla tariffa Tari per nuclei familiari di ultra 65enni con Isee al di sotto di 12.000 euro, estendibili a 15.000 in presenza di soggetti con invalidità.






Questo è un articolo pubblicato il 26-09-2014 alle 10:20 sul giornale del 27 settembre 2014 - 709 letture

In questo articolo si parla di tasse, politica, pescara, crisi, irpef, tasse comunali, tares, Paolo di Toro Mammarella, Comune di Pescara, consiglio comunale di pescara, tasi, marco alessandrini, movimento 5 stelle pescara, TARI, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/0eB