Donna incinta con due bimbi piccoli fermata sulla Tiburtina: eroina nel reggiseno, arresto-shock della Polizia

1' di lettura 19/09/2014 - Disoccupata, con due bimbi piccoli in culla e, soprattutto, in avanzato stato di gravidanza: è questo il profilo della donna arrestata nella tarda serata di ieri dal personale del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo, diretto dal Vice Questore Aggiunto Laura Pratesi. (foto d'archivio)

Erano da poco passate le 23 quando una pattuglia della Polizia ha eseguito il controllo di un’autovettura in transito su via Tiburtina, all’altezza del quartiere Rancitelli. A bordo, oltre a due bimbi piccolissimi, una 41enne pescarese e un 30enne di Chieti, entrambi disoccupati e con precedenti. Appena fermata l’auto, i due hanno insospettito gli agenti mostrandosi molto nervosi, e in particolare la donna sembrava intenta a occultare qualcosa.

All’arrivo di un'altra pattuglia, la donna ha quindi consegnato spontaneamente alcuni involucri contenenti 15 grammi di eroina, nascosti nel reggiseno. Nelle successive perquisizioni presso il domicilio dei due conviventi, la Polizia ha rinvenuto altri 36 grammi della stessa sostanza, già confezionata e suddivisa in dosi.

Una volta effettuato il sequestro degli stupefacenti, di un bilancino di precisione e di altri strumenti utili al confezionamento della droga, gli agenti hanno tratto in arresto il 30enne, tradotto nel carcere di San Donato su disposizione del Pubblico Ministero. L’uomo è stato anche denunciato per guida senza patente – che non risulta mai conseguita – e per l’utilizzo di una autovettura soggetta a fermo amministrativo.

Per la signora, in evidente stato di gravidanza, il magistrato ha invece ordinato gli arresti domiciliari, anche in considerazione della tenera età degli altri due bimbi.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 19-09-2014 alle 12:13 sul giornale del 20 settembre 2014 - 630 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, arresti, pescara, spaccio, eroina, spaccio di droga, stupefacenti, vivere pescara, rancitelli, marco verri, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/9WN