Rapina autorimessa e investe proprietario: 28enne in manette

2' di lettura 12/09/2014 - E’ finito agli arresti domiciliari un 28enne di Pescara, protagonista, insieme ad altre due persone, di una rapina ‘impropria’ ai danni di un magazzino di via Puccini.

La Polizia ha eseguito stamane un ordine di custodia cautelare emesso dal Gip di Pescara: l’accusa a carico del 28enne è quella di rapina aggravata in concorso e lesioni personali aggravate. I fatti risalgono allo scorso 22 luglio quando il giovane, in compagnia di due conoscenti, è stato sorpreso nel cuore della notte mentre asportava della merce da un’autorimessa. Scoperti dal proprietario, i tre hanno reagito violentemente, investendolo e dandosi alla fuga.

La vittima, che ha riportato delle fratture agli arti, ha spiegato alla Polizia di aver provato a impedire che i ladri fuggissero con la merce (diverse bottiglie di vino e liquori per un valore complessivo di circa 250 euro), di proprietà di un ristoratore della zona, che utilizzava il suo locale come deposito.

La Squadra Mobile si è quindi messa immediatamente sulle tracce dei responsabili, identificando due giovani di Montesilvano. Chiamati in Questura, i due hanno riferito di aver semplicemente dato un passaggio ad un conoscente, che doveva prelevare delle bottiglie di vino. A quanto pare, come confermato dal figlio del ristoratore, il 28enne era davvero in possesso delle chiavi del magazzino, e aveva ricevuto il permesso di prelevare le bottiglie come ‘risarcimento’ per un vecchio debito legato al mondo della droga. Tutto questo, a quanto pare, all’insaputa dei due accompagnatori e del ristoratore. Tutto è filato liscio, fino a quando nel magazzino non ha fatto irruzione il proprietario, che ha tentato di impedire il ‘prelievo’ delle bottiglie, finendo però all’ospedale.

In seguito all’indagine condotta dalla Squadra Mobile, il Sostituto Procuratore della Repubblica di Pescara ha fatto richiesta di applicazione di una misura cautelare nei confronti dell’arrestato, contestando a tutti gli indagati i reati di rapina ‘impropria’ e lesioni volontarie aggravate. I due giovani di Montesilvano sono stati denunciati a piede libero.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 12-09-2014 alle 17:34 sul giornale del 13 settembre 2014 - 504 letture

In questo articolo si parla di cronaca, arresti, droga, rapina, violenza, furto, pescara, squadra mobile, lesioni personali, vivere pescara, questura di pescara, polizia di pescara, marco verri, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/9E4