Pescara Calcio, secondo squillo: Pasquato firma l’1-1 a Terni

2' di lettura 07/09/2014 - Dopo l’esordio casalingo a reti bianche con il Trapani, per il Pescara arriva il secondo pareggio della stagione: a Terni, gli uomini di Marco Baroni vanno sotto nel primo tempo ma trovano il jolly nella ripresa, grazie ad una splendida punizione del neo acquisto Cristian Pasquato (foto).

Orfano dell’infortunato Caprari e dei ‘nazionali’ Cosic e Bjarnason, mister Baroni schiera i nuovi arrivi Pesoli, Lazzari e Pasquato.

L’avvio è di marca pescarese, con i biancazzurri molto attivi sulle fasce. E’ in particolare Politano a gettare scompiglio nella retroguardia umbra, mentre la prima vera chance dell’incontro capita sui piedi di Pasquato, che a metà della prima frazione prova un guizzo ‘alla Del Piero’, respinto a fatica da Brignoli.

Al 38’ arriva però la doccia gelata: Ceravolo è abilissimo a sfruttare un suggerimento in profondità di Eramo, saltando Pesoli e beffando Fiorillo con un pallonetto millimetrico. Appena un minuto dopo l’arbitro annulla per fuorigioco un gol di Maniero, che aveva finalizzato un cross dal fondo di Pasquato. Trovato il vantaggio, la Ternana prova a chiudere la gara, sfiorando il raddoppio proprio allo scadere, grazie ad una bella conclusione al volo di Gavazzi.

Nella ripresa i biancazzurri paiono da subito molto più convinti, e dopo qualche altra bella giocata di Politano e la traversa di Grillo, trovano il meritato gol del pari. A firmarlo è Cristian Pasquato (10' st), ultimo arrivo in casa biancazzurra. L’ex juventino è infatti abilissimo a trasformare una punizione dai 20 metri, che si infila nell’angolino alla destra del portiere rossoverde. La punizione era stata fischiata dopo un intervento falloso ai danni del bomber Maniero.

Raggiunto il pareggio, il Pescara tira fuori il piglio delle ‘grandi’ e prova a conquistare l’intera posta: al 18' st, è ancora lo scatenato Politano a impegnare seriamente Brignoli, bravo a respingere in angolo la staffilata del talento di Roma.

Al triplice fischio, è proprio la squadra ospite a rimpiangere qualche palla gol di troppo non sfruttata al meglio: visto il gioco espresso in campo nei primi due match della stagione, due soli punti in classifica sono pochi, ma l’atteggiamento della squadra lascia ben sperare. Venerdì c’è però la chance per spiccare il volo: all’Adriatico arriva infatti il Bologna, nobile decaduta della cadetteria.


Il tabellino del match:

Ternana-Pescara 1-1

TERNANA: (4-3-1-2): Brignoli; Fazio, Masi, Ferronetti, Bastrini; Valjent (33' st Crecco), Viola, Gavazzi; Eramo (21' st Falletti); Ceravolo (36' st Diop), Avenatti. All. Tesser
PESCARA: (4-3-3): Fiorillo; Pucino, Pesoli (33' st Salamon), Zuparic, Grillo (35' st Zampano); Nielsen, Appelt, Lazzari; Politano, Maniero, Pasquato (25' st Guana). All. Baroni
Arbitro: Fabbri di Ravenna
Reti: 38' pt Ceravolo, 10' st Pasquato






Questo è un articolo pubblicato il 07-09-2014 alle 17:28 sul giornale del 08 settembre 2014 - 821 letture

In questo articolo si parla di sport, pescara, serie B, terni, ternana, vivere pescara, pescara calcio, marco baroni, matteo politano, articolo, cristian pasquato, ternana calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/9pR