Sindaco e Giunta si ‘tagliano’ lo stipendio. Alessandrini: ‘50mila euro per il sociale’

1' di lettura 03/09/2014 - ‘Abbiamo deciso un taglio alle indennità di Sindaco e Giunta, che andrà a supportare un progetto di natura sociale. Questo per dare un segno concreto in seno alla prima seduta del Consiglio Comunale, riunito sul tema delle tariffe della IUC’.

Ad annunciarlo è il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini. Nel ribadire l’estrema difficoltà della situazione di partenza dei conti comunali, il Primo Cittadino ha sottolineato come “la proposta tiene conto dell’impossibilità di variare la spesa, e opera tagli già pari a circa 4 milioni di euro”.

Riconoscendo il fatto che il Comune di Pescara da tempo contiene le spese per le indennità e gli stipendi, praticamente fermi da dieci anni, con relativa cancellazione di rimborsi e diarie, il sindaco ha sottolineato come le disponibilità per l’attività politica dei gruppi sia oggi ridotta "praticamente a zero", contrariamente a quanto accade ad altri Enti, sia a livello nazionale che locale.

“Questo ulteriore taglio da noi deciso – ha annunciato Alessandrini - in una situazione così ingessata e in un momento delicato della vita sociale e amministrativa della città, genererà un risparmio pari a circa 50.000 euro, una somma che andrà a finanziare un progetto di natura sociale che individueremo”.






Questo è un articolo pubblicato il 03-09-2014 alle 10:42 sul giornale del 04 settembre 2014 - 647 letture

In questo articolo si parla di sociale, politica, pescara, crisi, spending review, Comune di Pescara, vivere pescara, marco alessandrini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/9e4