Scontro Bracco-Sclocco, Luciano D’Alfonso dà ragione al grillino: ‘Testo copiato? Non deve più accadere’

2' di lettura 31/08/2014 - ‘Adesso chi è il dilettante?’ A chiederselo è il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Leandro Bracco, che canta vittoria dopo l’intervento del Presidente Luciano D’Alfonso (foto) e la relativa ‘condanna’ della rivale, Marinella Sclocco.

Come si ricorderà, la polemica era nata dopo che Bracco aveva denunciato la presenza di grossolani errori nella bozza di Programma Operativo del Fondo Sociale, inviata all'Unione Europea dall’assessore alle Politiche attive del lavoro, chiedendo l’intervento del Governatore della Regione (link articolo).

Alle dichiarazioni di Bracco, aveva fatto seguito la pronta replica della stessa Sclocco, che aveva rinviato al mittente le critiche, parlando di semplici ‘sviste’ a suo parere del tutto ininfluenti, e respingendo fermamente l’accusa di dilettantismo (vedi articolo). Ma la polemica non si era fermata qui, con l’agguerrito consigliere dei 5 Stelle tornato di nuovo alla carica, deciso a dimostrare carte alla mano un vero e proprio ‘plagio’ messo in atto dall’assessore (link articolo).

L’ultimo capitolo della querelle si è registrato oggi, con l’intervento dello stesso Luciano D’Alfonso, più volte chiamato in causa da Bracco. E a sorpresa, il Governatore ha dato ragione proprio al consigliere dell’opposizione.

"Non dobbiamo sottovalutare niente – si legge in una nota diffusa dal Presidente -, anzi ringrazio il collega parlamentare regionale Bracco che ha acceso una luce necessaria sul momento di pigrizia che genera ogni copiatura”.

“Chiederò formalmente – prosegue la nota - perché accade la copiatura, sapendo che tra i compiti del personale di vertice della nostra PA, contrattualizzato appositamente, c'è la elaborazione, la stesura e la verifica della qualità degli atti. Per concludere, in questa sede ringrazio lo scrupolo di chi legge anche i particolari narrativi o dispositivi degli atti amministrativi regionali".

Leandro Bracco ringrazia e porta a casa. Cosa risponderà adesso l’assessore?






Questo è un articolo pubblicato il 31-08-2014 alle 00:58 sul giornale del 01 settembre 2014 - 1453 letture

In questo articolo si parla di politica, pescara, Abruzzo, regione abruzzo, Paolo di Toro Mammarella, Movimento 5 stelle abruzzo, luciano d'alfonso, paolo gatti, M5S abruzzo, articolo, marinella sclocco, leandro bracco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/87K