Spoltore Ensemble, gran finale con Corrado Tedeschi e il ‘Casina’ di Plauto

2' di lettura 21/08/2014 - Si conclude con la grande commedia greca la fortunata edizione 2014 del Festival Spoltore Ensemble. Giovedì 21 agosto Corrado Tedeschi (foto) porterà sul palco dell’Ensemble ‘Casina’, di Tito Maccio Plauto.

La commedia, divisa in due atti ed ambientata ad Atene, narra la storia di un uomo sposato, Lisidamo, e di suo figlio, Eutinico, innamorati entrambi della schiava Casina, una trovatella da loro adottata. Lo spettacolo, interpretato dal noto conduttore televisivo e attore teatrale Corrado Tedeschi, si terrà in largo San Giovanni alle ore 21.30.

A seguire, in piazza d’Albenzio spazio a Ensemble Young, la kermesse all’insegna della buona musica dove saranno protagonisti i giovani talenti della scuola di Popular Music del Conservatorio Luisa D’Annunzio di Pescara. L’Ensemble Young sarà chiuso dal 3db trio con Pietro Di Domizio (chitarra), Michelangelo Brandimarte (basso) e Luca Di Battista (batteria).


Casina di Tito Maccio Plauto

Interpreti: Corrado Tedeschi, Barbara Bovoli, Riccardo Bartoletti, Massimo Boncompagni, Annalisa Salis, Antonio Salerno e Mauro Eusti
Adattamento e Regia: Cristiano Roccamo

Lo spettacolo si divide in due atti e narra la storia di un uomo sposato, Lisidamo, e di suo figlio, Eutinico, innamorati entrambi della schiava Casina, una trovatella da loro adottata. Con il proposito di averla come amante, Lisidamo si serve del suo fattore, Olimpione, invitandolo a sposarla; ma lo stesso fa il figlio con il suo scudiero, Calino. Perché non gli intralci il progetto, Lisidamo spedisce il figlio all’estero. A quel punto la moglie, Cleostrata, prende le parti dello scudiero a favore del figlio. Dopo molte discussioni Cleostrata e Lisidamo decidono di estrarre a sorte chi sarà il marito della bella schiava: il fato premia Olimpione. Lisidamo organizza, quindi, un piano per poter dormire con Casina la prima notte di nozze: con la complicità di un amico, che gli offre la propria casa per le celebrazioni, invita i vicini al banchetto nuziale e poi ordina a Olimpione di condurre la giovane nella casa rimasta vuota, dove passerà la notte con lui. La moglie, venuta a conoscenza dei propositi del marito, prepara però un contro piano: traveste lo scudiero Calino e lo scambia con Casina. Olimpione finirà quindi per sposarsi non con Casina, ma con Calino. Una volta terminata la festa, Lisidamo, convinto di essere con Casina, comincia a spogliarla, ricevendo però un’amara sorpresa e fuggendo umiliato. Durante la fuga incrocia la moglie che, dopo averlo mortificato e sgridato per quanto accaduto, soddisfatta della sua vendetta, lo perdona. Si verrà poi a scoprire che Casina è in realtà la figlia del vicino e, da donna libera, sposerà infine Eutinico.

A fondo pagina è disponibile il file con il calendario completo della manifestazione.



...

...