Premio Dean Martin 2014, Montesilvano incorona gli abruzzesi nel mondo: ecco i nomi dei 4 vincitori

3' di lettura 05/08/2014 - La Fondazione Dean Martin premierà giovedì 7 agosto alle ore 10,30, presso la Sala Di Giacomo di Palazzo Baldoni, gli italoamericani Frank Salvatore, Maria Fosco, Luciano Borsari e Maria D'Alessandro.

A Montesilvano, città che ha dato i natali a Gaetano Crocetti, papà del grande e indimenticabile crooner italo-americano (foto), gli invitati riceveranno il prestigioso Premio della sezione dedicata agli Abruzzesi nel Mondo 2014, con lo spirito di dare corpo a quel "sogno americano" che in tanti hanno inseguito come emigranti.

Il sindaco Francesco Maragno, l'assessore alla Cultura Ottavio De Martinis e il presidente della Fondazione Dean Martin, Alessandra Portinari, consegneranno i riconoscimenti durante una cerimonia che inizierà con la proiezione del toccante video "L'emigrazione abruzzese negli Stati Uniti" realizzato da Stefano Falco, cinereporter e documentarista specializzato nelle storie d'emigrazione. L'Orchestra Dean Martin, diretta dal Maestro Antonella De Angelis, accompagnerà invece il pubblico in un percorso musicale dedicato alla storia italiana in America.

Riportiamo a seguire la scheda dei 4 premiati:

Frank Salvatore arrivò negli Stati Uniti nel 1947, dopo essere uscito indenne dai durissimi anni della guerra. Residente a Havertown (Pennsylvania), dal 1962 è libero docente della Villanova University di Philadelphia e autore di vari libri, tra i quali spicca "L'ardua strada - dalla schiavitù a Barack Obama", straordinario affresco sulla lunga e dolorosa strada dell'emancipazione dei neri negli Stati Uniti. Il libro ha ricevuto il plauso e il riconoscimento dello stesso presidente Obama.

Maria Fosco, laureata in Storia dell'Arte all'Hunter College di New York, ha combattuto, e vinto, una tenace battaglia contro il tentativo di eliminazione dell'Istituto John Calandra, il centro studi per gli italiani d'America fondato nel 1979 e dedicato nel 1987 al senatore dello Stato di New York John D. Calandra, scomparso nel 1986. Insignita del titolo di Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica italiana, è anche Direttore per lo Sviluppo dell’Italian Center of New York City, organizzazione che assiste gli italiani immigrati.

Luciano Borsari, nato a Caracas, da quasi trenta anni è cittadino statunitense e vive a San Diego (California). Dopo un’esperienza professionale all’O.N.U. è diventato fotoreporter e i suoi scatti hanno calcato le pagine di numerose testate americane, documentando momenti tragici e ritratti patinati degli eroi dello sport e del mondo cinematografico. Nel 2009 ha realizzato “NEL NIDO DELL’AQUILA FERITA”, un foto-racconto di straordinaria suggestione sulla tragedia del sisma aquilano.

Maria D'Alessandro, autrice di 'Memorie di racconti abruzzesi', emigrò in Argentina nel 1952 e da anni è protagonista dell'associazionismo abruzzese nel paese sudamericano. Laureata in geografia e appassionata di tematiche ambientali, ha creato numerosi seminari e workshop nelle scuole, partecipando anche al Global forum sull'ambiente tenutosi a Rio de Janeiro nel 1992. Ha partecipato come scrittrice all'evento 'Buenos Aires celebra Italia 2012' ed ha creato sui social network il 'Foro Inmigracion Abruzzesa'.