Sesso, botte e rapine: nei guai la gang di Montesilvano

17/07/2014 - Rapinavano prostitute dopo aver consumato rapporti sessuali: è questa l’accusa rivolta dai Carabinieri di Montesilvano a 5 giovani di Celano, di età compresa tra 17 e 30 anni. In un caso, la gang avrebbe anche picchiato una delle ragazze, che si rifiutava di consegnare la borsetta. (foto d'archivio)

I cinque, individuati dai militari subito dopo un’aggressione avvenuta a metà giugno e denunciati per rapina e lesioni personali, da giorni sono sotto torchio nella sede della Compagnia di Montesilvano.

A finire nel mirino della gang 3 prostitute straniere, avvicinate lo scorso 15 giugno sul lungomare adriatico. Dopo aver sottratto la borsetta ad una prima ragazza, secondo la ricostruzione degli inquirenti i cinque, tutti incensurati, avrebbero avvicinato altre due lucciole della zona, con cui hanno consumato rapporti sessuali. Al momento di ‘saldare il conto’, la banda avrebbe reagito malamente, sottraendo il denaro nascosto nelle borsette e picchiando una delle due lucciole.

I cinque si sono quindi rapidamente dileguati a bordo della loro auto, credendo di averla fatta franca. In realtà, le ragazze aggredite hanno allertato immediatamente le forze dell’ordine, fornendo una descrizione precisa dei rapinatori. Da qui, l’identificazione immediata dei responsabili, con relativa perquisizione domiciliare e denuncia.

Del caso, che coinvolge anche un ragazzo di 17 anni, si stanno occupando la Procura di Pescara e il Tribunale dei minori dell’Aquila.






Questo è un articolo pubblicato il 17-07-2014 alle 08:51 sul giornale del 18 luglio 2014 - 1799 letture

In questo articolo si parla di cronaca, prostituzione, carabinieri, violenza, prostitute, rapine, sesso, montesilvano, sesso a pagamento, vivere pescara, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/7k2