Pescara: cecchino spara sui passanti da un balcone, 3 feriti. Terrore sulla Strada Parco

2' di lettura 12/07/2014 - Notte di follia sulla Strada Parco: erano da poco passate le 23,30 quando un uomo, non ancora identificato, ha iniziato a sparare da un balcone in prossimità dell’incrocio con via Gioberti. Nel mirino del folle, alcuni passanti che a quell’ora si trovavano sulla pista ciclopedonale. (foto d'archivio)

Sono tre i feriti, il più grave è un cittadino cinese, colpito in faccia da un colpo sparato da un fucile ad aria compressa. Gli altri due sono una ragazza, colpita di striscio a un braccio mentre stava passeggiando su via Gioberti, e un altro giovane, ferito alla schiena. Proprio gli amici di quest’ultimo sono stati i primi a chiamare il 113.

Stando alla testimonianza di un ragazzo che accompagnava il secondo ferito, qualcuno ha iniziato a sparare all’impazzata da un balcone dell’edificio che dà sull’incrocio con via Gioberti. La prima ad essere colpita è stata la ragazza, una 22enne di Pescara che ha riportato una ferita molto lieve al braccio destro. Il secondo colpo ha raggiunto il giovane, mentre il più grave, un cinese di 44 anni, è stato centrato da un proiettile in pieno viso mentre pedalava in sella alla sua bici. Immediati i soccorsi, con il trasporto a sirene spiegate all’ospedale di Pescara. L'uomo è stato ricoverato nel reparto di neurochirurgia e le sue condizioni sarebbero gravi.

Sul posto sono giunte cinque pattuglie della Squadra Volante. Grazie alle indicazioni di uno dei feriti e dei numerosi testimoni, gli agenti hanno individuato il balcone da cui sarebbero partiti i colpi. Si tratterebbe di un appartamento al secondo piano della palazzina. Dopo circa 30 minuti dagli spari, gli agenti hanno fatto irruzione nell'abitazione. Le indagini sono in corso, ma stando alle prime indiscrezioni, sarebbe stato fermato un uomo, trovato in possesso di diverse armi ad aria compressa.

“Sono stati attimi di autentico terrore – racconta uno dei testimoni -, ho visto il ragazzo cinese cadere a terra dalla sua bici mentre si dirigeva in direzione del centro. All’inizio nessuno ha capito cosa stesse succedendo, sono stati momenti di grande confusione”.

Sono in corso accertamenti e perquisizioni per chiarire la dinamica della sparatoria.






Questo è un articolo pubblicato il 12-07-2014 alle 00:53 sul giornale del 14 luglio 2014 - 11611 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, pescara, sparatoria, Paolo di Toro Mammarella, articolo, cecchino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/68S