Maxi operazione anticrimine, famiglie rom nel mirino: sotto sequestro immobili da 1mln di euro

08/07/2014 - Nuova maxi operazione delle forze dell’ordine a Pescara e Montesilvano. In questo caso, a finire nel mirino di polizia, carabinieri e Guardia di finanza sono i componenti di una famiglia rom, il cui 'stile di vita', secondo le ricostruzioni degli inquirenti non troverebbe nessuna compatibilità con i redditi dichiarati al fisco.

Da qui, una indagine ‘interforze’ durata diversi mesi, che ha portato al blitz di stamattina, con il sequestro di beni immobili per un valore di circa un milione di euro. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, si tratterebbe di patrimoni frutto di attività illecite e i sequestri, scattati alle prime luci dell’alba, sono stati effettuati in applicazione della legge antimafia.

I dettagli dell’operazione sono stati illustrati dal Questore di Pescara, Paolo Passamonti, e dai vertici delle forze dell’ordine coinvolte. Come spiegato in conferenza stampa, sono state poste sotto sequestro due abitazioni e una vettura di proprietà di una famiglia rom di Pescara. In particolare, sono stati posti i sigilli a una villa situata sul lungofiume Saline, a Montesilvano, realizzata abusivamente su un terreno demaniale, che da sola ha un valore di circa 800mila euro. L’altro immobile sequestrato è un appartamento situato in una zona centrale di Montesilvano. Al proprietario della villa, D.S., 63 anni, a cui già anni fa il Comune di Montesilvano aveva notificato l’ordine di demolizione, viene contestato il fatto di essere ‘ufficialmente’ privo di reddito e occupazione, oltre che praticamente sconosciuto al fisco, a fronte del possesso di beni immobili del valore di un milione di euro.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 08-07-2014 alle 11:53 sul giornale del 09 luglio 2014 - 888 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pescara, rom, montesilvano, crimine, antimafia, sequestri, vivere pescara, rom pescara, sequestro immobili, marco verri, articolo, famiglie rom

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/6WG