Stevka Smitran presenta ‘Le ciglia d'Oriente’

2' di lettura 02/07/2014 - Giovedì 3 luglio alle ore 18, nella sala consiliare del Comune di Teramo sarà presentato il volume di poesie ‘Le ciglia d’Oriente’ (ediz. La vita felice, Milano), dell’autrice pescarese di origini bosniache Stevka Smitran (foto).

Dopo i saluti del Sindaco di Teramo Maurizio Brucchi e del rettore dell'università Luciano D'Amico, interverranno Simone Gambacorta, giornalista, e Plinio Perilli, poeta. L’incontro, a cui parteciperà anche l’autrice, sarà moderato dal giornalista e scrittore pescarese Paolo Di Vincenzo. Sono previste letture dell’opera a cura di Grazia Di Lisio.


Riportiamo una breve presentazione della raccolta, a cura di Davide Rondoni:

Una voce che si fa accogliente e ritmica, molta vita, molta vita batte in queste poesie di Stevka Šmitran. Come a non sapere quasi come fare per abbracciare e trattenere. Esilio, figure di amici in carne e ossa o in pagina, e poi l’amore in molte forme, domande, domande... C’è l’eredità del miglior Novecento ma, per così dire, con una nuova urgenza dentro... Passano molte cose in questi versi come in uno specchio che ha misteri dentro e rimanda frammenti senza lasciarli andare privi di una luce, di un’ombra nuove. Non vuole salvare il mondo, e nemmeno la poesia. Vuole solo offrire, vuole solo fare quel gesto che quasi nessuno fa più: custodire, bene-dire. Tenere a mente, in una memoria speciale, d’aria e parole, in un ritmo che parla a un altro livello. Quello che riguarda tutti, proprio tutti.

Stevka Šmitran è nata a Bosanska Gradiška, città della Bosnia-Erzegovina dove ha trascorso l’infanzia e che ancora oggi rappresenta un passaggio ‘centrale’ per la sua vita e la sua poetica. Compiuti gli studi universitari a Belgrado, si è trasferita in Italia, mettendosi in luce come poetessa, traduttrice, saggista e docente universitaria, pubblicando numerosi saggi sulla poesia slava (serba, croata, russa, macedone) e traducendo opere di Ivo Andrić e Miodrag Pavlović. Per l’Antologia della poesia dell’ex Jugoslavia (1996) ha vinto il premio Calliope per la traduzione. Ha pubblicato le seguenti raccolte di poesie: nel 2000, Slavica (1966-1999) in serbo/croato; nel 2003, la raccolta bilingue italiano-serbo/croato Le mie cose (“Moje stvari”); nel 2004, Italica e oltre e, nel 2007, Dall’impero in italiano. Rilevante è la pubblicazione dell’opera Gli uscocchi. Pirati, ribelli, guerrieri tra gli imperi ottomano e asburgico e la Repubblica di Venezia (2009). Nel 2007 ha ricevuto il riconoscimento Great Women of the 21st Century dall’American Biographical Institute.

A fondo pagina è disponibile la locandina dell'evento.



...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-07-2014 alle 15:02 sul giornale del 03 luglio 2014 - 3490 letture

In questo articolo si parla di libri, cultura, bosnia, pescara, poesie, teramo, davide rondoni, simone gambacorta, maurizio brucchi, vivere pescara, paolo di vincenzo, marco verri, articolo, Stevka Smitran

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/6IM

Leggi gli altri articoli della rubrica libri & cultura