Caso Teodoro, M5S all’assalto: ‘Veronica dimettiti’

30/06/2014 - Dopo il vespaio di polemiche scatenate dalla nomina della 19enne Veronica Teodoro nella Giunta di Marco Alessandrini, arriva la durissima stroncatura del Movimento 5 Stelle. Rivolgendosi direttamente al neo Assessore, figlia dell’ex vicesindaco Gianni Teodoro (foto), il consigliere comunale Enrica Sabatini chiede le dimissioni immediate.

“Dopo aver intercettato il profondo dissenso di centinaia di cittadini – spiega la Sabatini in una nota stampa -, di fronte alla totale assenza di criteri elettivi, democratici e meritocratici alla base della nomina dell’Assessore Veronica Teodoro, alla quale è stato assegnato infatti un ruolo così delicato e decisivo nell’amministrazione comunale senza nessuna indicazione popolare conferita dal voto e senza alcuna selezione basata sul curriculum, ma solo in relazione a criteri di consaguineità, abbiamo deciso di chiederle di consegnare le dimissioni”.

“Chiediamo alla giovane Teodoro – prosegue il comunicato del Movimento 5 Stelle di Pescara -, che dichiara di non voler essere giudicata dal cognome che porta, di dare allora un esempio di netta discontinuità rispetto a quest’ultimo, rinunciando all’immeritata agevolazione che il suo cognome le sta consentendo”.

“Invitiamo Veronica Teodoro a consegnare le sue dimissioni mostrando, in nome di quegli straordinari riferimenti che lei ha dichiarato di perseguire – Borsellino e Falcone –, quanto il suo comportamento sia guidato dal senso di giustizia, di meritocrazia e trasparenza, seguendo così proprio le parole di Paolo Borsellino, che vedeva nelle giovani generazioni le più adatte a sentire la bellezza del profumo di libertà, rifiutando il puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità. Chiediamo a Veronica Teodoro di manifestare un profondo rispetto verso tutti i coetanei (e non solo) che nonostante il merito, le competenze e l’impegno personale non hanno la possibilità di accedere ad un posto di lavoro proprio a causa delle logiche di clientelismo e di raccomandazioni”.

Infine, un i pentastellati chiamano in causa lo stesso Sindaco Marco Alessandrini: “Ci appelliamo al suo senso di giustizia e alle sue promesse elettorali – conclude la nota - connotate sempre da parole come meritocrazia, libertà, democrazia partecipativa, di mettere in atto un comportamento coerente e rispettoso di quanto affermato e di indire una selezione pubblica per quel ruolo, ricoperto oggi in maniera non meritoria da Veronica Teodoro, consentendo così a tutte le donne pescaresi che possiedano i requisiti e le competenze richieste di servire al meglio la nostra città”.






Questo è un articolo pubblicato il 30-06-2014 alle 09:56 sul giornale del 01 luglio 2014 - 761 letture

In questo articolo si parla di politica, enrica sabatini, M5S, vivere pescara, gianni teodoro, M5S pescara, marco alessandrini, movimento 5 stelle pescara, articolo, veronica teodoro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/6z8