Tragedia a Pescara: bimbo di 3 anni travolto da un treno a San Donato

1' di lettura 25/05/2014 - Un terribile incidente ferroviario è costato la vita ad un bambino di appena 3 anni a San Donato, quartiere periferico di Pescara.

Nel tardo pomeriggio di sabato 24 maggio, il piccolo stava giocando con il fratellino nei pressi della stazione San Marco, quando è sopraggiunto un treno regionale proveniente da Sulmona. Stando alla testimonanza dei soccorritori, il piccolo, di etnia rom, sarebbe morto sul colpo, dopo essere stato centrato in pieno dal convoglio. Illeso il fratellino. I sanitari del 118, giunti sul posto nel giro di pochissimi minuti, hanno potuto solo constatare il decesso del bimbo, colpito sul fianco e sbalzato di qualche metro.

Subito dopo l’incidente sono accorse sul posto decine di persone, tra cui i familiari della vittima. Molti residenti hanno fatto notare come si tratti di una zona particolarmente pericolosa, in quanto sono del tutto assenti le barriere di protezione dal tracciato ferroviario. Per i bambini, che in questo caso stavano giocando da soli, non è stato difficile risalire il breve tratto che separa la strada dalle rotaie. Non è chiaro da quanto tempo i bimbi fossero sulle rotaie senza il controllo di adulti. Sul posto è intervenuta la polizia ferroviaria per gli accertamenti del caso e per verificare la posizione dei genitori.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 25-05-2014 alle 11:42 sul giornale del 26 maggio 2014 - 2301 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pescara, rom, incidenti, vivere pescara, bambino morto, marco verri, articolo, incidenti ferroviari

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/4MQ