Crisi, anche Euronics chiude i battenti. Leone: 'Dalle istituzioni un silenzio assordante'

27/04/2014 - Ennesima chiusura eccellente nel cuore commerciale di Pescara: a cadere sotto i colpi della crisi stavolta è Euronics, marchio nazionale leader nei settori informatica, telefonia ed elettrodomestici. In merito alla imminente chiusura del punto vendita di Corso Vittorio Emanuele, annunciato per il prossimo 10 maggio, è intervenuto Stefano Leone, candidato al Consiglio comunale per le elezioni del 25 maggio.

"Perché - si chiede Leone - l’amministrazione tace sulla chiusura di Euronics? Perché invece si sbracciava tanto per Pescara Parcheggi? Due pesi e due misure? Oppure figli di paternità diverse?"

L’imminente chiusura di Euronics, secondo il candidato di Rinascita Popolare, induce ad una serie di riflessioni: "Senza voler cavalcare l'ormai arcinoto argomento della desertificazione commerciale del centro della città, la riflessione mi viene dal fatto che, per la tanto sbandierata liquidazione di Pescara Parcheggi, con il conseguente licenziamento di 40 ...padri e madri di famiglia..., così si diceva, non pare vi sia la stessa solerte attività del ...al lupo al lupo... per i 14 dipendenti di Euronics che perderanno il posto di lavoro. Non una sola parola da parte dell'attuale governo della città per verificare, almeno, se ci fosse un minimo margine di manovra per una concertazione con la proprietà".

"Una qualunque iniziativa che - puntualizza Leone - da parte dell'amministrazione comunale potesse aprire uno spiraglio per agevolare la proprietà di Euronics ad andare avanti. Insomma, un silenzio assordante. Forse i 14 dipendenti di Euronics non sono anche loro padri e madri di famiglia...? Oppure perchè, forse, 14 rispetto a 40 è un numero di persone per le quali non vale spendere neanche un tentativo di mediazione? Oppure l'ultima ipotesi, chissà, magari forse perchè Pescara Parcheggi ha un'altra paternità?"

"Rimane il fatto - conclude il candidato - che Pescara ha necessità di essere rimessa nella mani dei suoi cittadini. Ha bisogno di essere rimessa al centro degli interessi di tutti, di ritrovare sintonia e affettività. Personalmente, voglio pensare di progettare la nostra città veramente come la vorremmo e non come ce la fanno trovare o ce l'ha stanno lasciando in dote altri"

.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it




Questo è un articolo pubblicato il 27-04-2014 alle 19:31 sul giornale del 28 aprile 2014 - 1385 letture

In questo articolo si parla di lavoro, economia, politica, pescara, euronics, vivere pescara, marco verri, articolo, chiusura euronics, stefano leone, rinascita popolare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/205