Ombrina Mare, Vacca sulla sentenza del Tar: 'Vittoria dei cittadini contro politici e petrolieri'

18/04/2014 - Dopo la sentenza del Tar del Lazio che ha respinto il ricorso della società petrolifera inglese Medoilgas Italia sul progetto 'Ombrina Mare', riceviamo e pubblichiamo il commento di Gianluca Vacca, deputato abruzzese del Movimento 5 Stelle.

Per adesso possiamo tirare un sospiro di sollievo. La bocciatura del TAR al ricorso presentato dalla società Medoilgas contro l’AIA richiesta dal Ministero, però, non ci deve far abbassare la guardia. Come tutti sappiamo la concessione di coltivazione di idrocarburi di Ombrina, che stava per essere bocciata nel 2011 in quanto non avrebbe superato la Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), è stata riesumata da un provvedimento del Governo Monti che ha, di fatto, riattivato tutte le richieste di estrazione di idrocarburi in mare italiano.

La storia la conosciamo bene. Il Ministro Clini si adoperò tantissimo – ricordiamo la lettera della Medoilgas che ringraziava il Ministro per il prezioso contributo apportato per l’individuazione della soluzione, poi adottata dal Governo, al fine di porre rimedio ad una situazione insostenibile, oltre che ingiusta, per gli operatori del settore petrolifero – per modificare la norma; quasi tutti gli schieramenti politici, PD, PDL e Scelta Civica in primis, la votarono in parlamento. Da allora ogni proposta per mettere la parola fine a questa vicenda è stata boicottata dalle maggioranze parlamentari al Governo. La questione AIA rallenta solo un processo di concessione che sarà comunque portato a termine: è questa la volontà politica della maggioranza.

Le soluzioni normative esistono, e sono state presentate in Parlamento in primis dal MoVimento 5 Stelle, ma non sono state nemmeno calendarizzate per la discussione. Oltre alle modifiche normative di cui sopra, i Ministri Passera e Clini, dell’allora Governo Monti, hanno individuato l’Abruzzo come distretto petrolifero italiano, sancendo tale prospettiva nella Strategia Energetica Nazionale. L’attuale Ministro dello Sviluppo Economico Guidi ha confermato questa volontà attraverso alcune dichiarazioni. Proprio per questo il MoVimento 5 Stelle ha presentato una interrogazione per chiederle in che modo vorrebbe dare corso agli investimenti privati per la ricerca e per la produzione di idrocarburi e se questi, in particolare, riguardino anche la regione Abruzzo e per sapere se, effettivamente, il Ministro “intrattiene rapporti” con gli amministratori delegati delle società petrolifere (come da lei stessa dichiarato) ed in particolare con quello della Medoilgas.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-04-2014 alle 11:20 sul giornale del 19 aprile 2014 - 657 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, beppe grillo, petrolio, Abruzzo, Movimento 5 stelle abruzzo, andrea colletti, gianluca vacca, medoilgas, ombrina mare, costa dei trabocchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/2NO