D’Alfonso-show contro il Fatto Quotidiano: ‘Lettura pornografica degli atti’

1' di lettura 27/02/2014 - Dopo le dure accuse mosse dal Fatto Quotidiano verso l’ex Sindaco di Pescara (link articolo), stamattina (27 febbraio, n.d.r.), com'era nelle previsioni è arrivata la secca replica di Luciano D’Alfonso (foto).

“Ho taciuto per anni – tuona ‘Big Luciano’ nel corso della conferenza stampa convocata all’hotel Duca D'Aosta di Pescara – ma ora è giunto il momento di parlare: mi hanno tirato in ballo in ben 9 processi, ma sono stato sempre assolto”.

D’Alfonso, candidato (e favorito) alle primarie del Centrosinistra per le elezioni regionali, è un autentico fiume in piena. “Ci sono alcuni giornali – ha affermato il Faraone, facendo un chiaro riferimento al Fatto Quotidiano – che pubblicano solo il punto di vista della magistratura”. “Si tratta – spiega D’Alfonso – di una lettura pornografica degli atti processuali. Con le sentenze dei mesi scorsi, è stato cancellato un atto di violenza nei miei confronti, che ha ingiustamente interrotto la mia vita da Sindaco di Pescara”.

“Ma non ho intenzione di piegarmi di fronte alle minacce – ha concluso D’Alfonso -, ho sempre vinto tutte le cause, così come è avvenuto con le campagne elettorali, e sfido chiunque a contraddire le sentenze del tribunale”.






Questo è un articolo pubblicato il 27-02-2014 alle 15:46 sul giornale del 28 febbraio 2014 - 1014 letture

In questo articolo si parla di politica, pescara, Abruzzo, Gianni Chiodi, elezioni regionali, regione abruzzo, il fatto quotidiano, Paolo di Toro Mammarella, luciano d'alfonso, pd abruzzo, elezioni abruzzo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Zbm