Corso Vittorio: dal 28 febbraio stop alle auto, rivoluzione per gli autobus

1' di lettura 27/02/2014 - Temuto da alcuni, attesissimo da tanti altri, il ‘D-day’ della viabilità cittadina è arrivato: a partire da venerdì 28 febbraio, Corso Vittorio Emanuele (foto) sarà chiuso al traffico in entrambi i sensi di marcia, portando ad un vero stravolgimento del sistema viario cittadino.

Agli automobilisti diretti verso nord, il Comune consiglia di svoltare in via Chieti, al fine di evitare un eccessivo 'sovraccarico' di mezzi su via Teramo. Ma ad essere interessati a quella che si annuncia come una autentica rivoluzione, non troviamo solo automobilisti e commercianti: il cantiere per la riqualificazione della principale arteria cittadina, già avviato a metà gennaio, porterà infatti a stravolgere anche la gran parte delle linee di autobus.

I mezzi in arrivo da Porta Nuova, infatti, dovranno svoltare in via Caduta del Forte, mentre gli autobus provenienti dalla direzione opposta faranno rotta su via De Gasperi, ovvero l’asse che costeggia le aree di risulta e che parte alle spalle della stazione ferroviaria. Sul Ponte Risorgimento è stata istituita la corsia preferenziale riservata a bus e taxi.

La chiusura agli autobus sarà provvisoria, limitatamente alla presenza dei cantieri. Dal Comune, dove nessuno pronuncia la parola 'pedonalizzazione', fanno sapere che il progetto porterà Corso Vittorio ad una migliore fruibilità da parte dei cittadini, con la presenza di aree verdi, panchine, nuova illuminazione e pavimentazione.







Questo è un articolo pubblicato il 27-02-2014 alle 16:44 sul giornale del 28 febbraio 2014 - 842 letture

In questo articolo si parla di attualità, pescara, vivere pescara, berardino fiorilli, pedonalizzazione corso vittorio, corso vittorio emanuela, viabilità pescara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ZbL