Truffe telefoniche, cittadini impotenti? A Pescara nasce servizio di tutela

1' di lettura 25/02/2014 - Indennizzi non corrisposti, sospensione della linea per diversi mesi senza motivo, guasti non riparati, attivazione di servizi e promozioni non richiesti, fatture per cellulari mai ordinati e contratti mai stipulati, utenze attivate a nome di utenti fittizi... Sono centinaia i pescaresi incappati in queste autentiche trappole, subendo grossi danni e disagi, non solo dal punto di vista economico.

Si tratta di tanti cittadini che spesso non hanno idea di come far fronte a questi problemi, senza dover andare incontro a ingenti spese legali o impantanarsi negli oscuri meandri della burocrazia. Da oggi, però, di fronte al silenzio e all'ostilità di molti gestori telefonici, anche a Pescara c'è la possibilità di raccontare, condividere e 'affrontare' al meglio queste situazioni di vero e proprio abuso.

L'associazione Codici, da anni impegnata nella tutela dei cittadini e consumatori, organizza un incontro di presentazione dei servizi dedicati proprio a questa tipologia di 'abuso'. Se ne parlerà a Pescara, nella Sala Giunta della Provincia, mercoledì 26 febbraio alle ore 10.30. Dopo la presentazione ufficiale, i relatori resteranno a disposizione dei partecipanti per rispondere a tutte le domande.






Questo è un articolo pubblicato il 25-02-2014 alle 12:01 sul giornale del 26 febbraio 2014 - 762 letture

In questo articolo si parla di attualità, pescara, truffe, Consumatori, telefono, usura, diritti, truffe telefoniche, codici, provincia di pescara, diritti del cittadino, codici abruzzo, antiracket, antiusura, racket, tutela consumatori, servizi telefonici, gestori telefonici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Y3F