Aree di crisi regionali: ecco il bando per Contratti di Sviluppo

2' di lettura 24/02/2014 - E’ stato pubblicato sul sito della Regione Abruzzo (e verrà poi pubblicato sul Bollettino Ufficiale Speciale del 28 febbraio) il bando regionale volto a finanziare programmi di sviluppo produttivo ricadenti nelle Aree di Crisi Val Pescara, Val Sinello e Val Vibrata.

Il bando ha una dotazione finanziaria di 2 milioni di euro a valere sui fondi Fondi Sviluppo e Coesione (ex FAS), e disciplina i criteri, le condizioni e le modalità per la concessione, attraverso la sottoscrizione di Contratti di Sviluppo Locali, di agevolazioni finanziarie dirette a favorire iniziative di localizzazione, ampliamento e ammodernamento di unità industriali rilevanti per la struttura produttiva della Regione Abruzzo. I progetti devono riguardare esclusivamente le Aree di crisi della regione Abruzzo, ovvero Val Vibrata – Val del Tronto Piceno, Val Sinello e Val Pescara.

Le imprese potranno fare domanda a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno attraverso l’istanza di accesso e proposta di massima, a partire dal 15 marzo prossimo e fino al 30 aprile.

La Regione Abruzzo valuterà le stesse istanze, e ad esito positivo le imprese avranno l'opportunità di accedere alla fase negoziale con la presentazione della proposta definitiva. Ad essa seguirà la sottoscrizione del Contratto di Sviluppo Locale da parte della Regione Abruzzo con l’impresa o le imprese proponenti.

Il Contratto di Sviluppo favorisce la realizzazione di investimenti proposti da piccole, medie e grandi imprese, anche estere che, nel caso specifico, investano in progetti ricadenti all’interno delle Aree di Crisi Val Pescara, Val Sinello e Val Vibrata. Il programma di sviluppo oggetto del Contratto può essere promosso anche dai poli d’innovazione e dalle reti d’imprese.

Altri aspetti che caratterizzano il Contratto di Sviluppo:

- Ha per oggetto uno o più progetti di investimento ed eventuali progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, strettamente connessi e funzionali tra loro
- È sottoscritto da una o più imprese e la Regione Abruzzo
- Richiede un investimento minimo compreso tra 1 e 3 milioni di euro
- Prevede agevolazioni sotto forma di contributo a fondo perduto

Per maggiori informazioni: sviluppo@eurosviluppospa.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-02-2014 alle 18:20 sul giornale del 25 febbraio 2014 - 683 letture

In questo articolo si parla di economia, pescara, Abruzzo, crisi economica, regione abruzzo, contratti di sviluppo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/YYH