Franco Morelli, arriva la conferma: suicidio

1' di lettura 20/02/2014 - Tutti attendevano con ansia i risultati dell’autopsia per fare luce sulla tragica morte di Franco Morelli (foto), il giovane pescarese ritrovato morto domenica 16 febbraio nei pressi della pineta di Silvi Marina (link articolo).

E la risposta è arrivata, pesante come un macigno: ad armare la pistola calibro 7,65, poi risultata rubata, è stata la stessa mano del 21enne. ‘Suicidio’ è quindi la sentenza delle analisi condotte nella giornata di ieri (mercoledì 19 febbraio, n.d.r.), nell’ospedale di Teramo. L’analisi balistica e la successiva autopsia hanno portato il medico legale, dott. Cristian D’Ovidio, a ritenere la morte del giovane del tutto compatibile con un gesto autolesionistico. Sulla pistola, inoltre, non sono state trovate tracce riconducibili a soggetti terzi.

Secondo la stessa autopsia, la morte dovrebbe risalire al giorno prima del ritrovamento. Molti residenti avevano notato nella notte tra sabato e domenica la vecchia Lancia Y in sosta, me nessuno aveva udito lo sparo. 'Irrilevanti' sono stati invece definiti dagli inquirenti i fori rinvenuti sul cofano dell’auto, che inizialmente avevano fatto ipotizzare un atto di violenza concluso con l’assassinio del giovane.

Alla base del gesto di Franco Morelli, che era incensurato, la recente conclusione di una storia con una ragazza del posto, oltre a una serie di difficoltà legate alla vita familiare.






Questo è un articolo pubblicato il 20-02-2014 alle 12:57 sul giornale del 21 febbraio 2014 - 1041 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, suicidio, omicidio, pescara, facebook, teramo, giulianova, silvi, vivere pescara, Silvi Marina, franco morelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/YMD