Vigilia manifestazione commercianti, Ardizzi: 'Dimettetevi'

2' di lettura 19/02/2014 - Alla vigilia della grande manifestazione di protesta dei commercianti in programma nel capoluogo adriatico (link articolo), nuova dura protesta dei rappresentanti di Confcommercio Pescara nei confronti dell'Amministrazione comunale: appellandosi ai consiglieri 'responsabili', la Confederazione auspica dimissioni in blocco al fine di indurre lo scioglimento del Consiglio Comunale.

In una nota diffusa in giornata (19 febbraio, n.d.r.), Confcommercio sottolinea che l'iniziativa è finalizzata a "evitare altri atti scellerati per la nostra città, dettati dalla frenesia pre-elettorale".

Il Presidente Ezio Ardizzi (foto) è molto chiaro: “Chiediamo le dimissioni dei consiglieri responsabili del Consiglio Comunale di Pescara perché non ne possiamo veramente più di questa Amministrazione. Un’Amministrazione che ha saputo solo arrecare danni incalcolabili alle aziende, disagi continui alla collettività e che va fermata nella fase finale del suo quinquennio".

Ardizzi non manca di fare un esplicito riferimento ai gravi fatti di cronaca di questi giorni, come il recente suicidio dell'edicolante di Catignano: "Avevamo pensato di manifestare il nostro malcontento con urla e slogan e con il fragoroso rumore di pentole e forchette, ma ci siamo resi conto che questo non è il momento del rumore ma del silenzio, di un silenzio assordante come quello che oggi si avvertiva al funerale dell’edicolante che si è tolto la vita".

"Si tratta - spiega il numero uno di Confcommercio - dell’ennesimo drammatico segnale che proviene dal nostro territorio, dopo il suicidio del pensionato di Elice, e si aggancia alle tante altre situazioni al limite del gesto disperato che si sono susseguite giornalmente in Italia negli ultimi tempi".

Segnali che, a detta di Ardizzi, non sarebbero raccolti dalla classe politica. In riferimento alla manifestazione in programma domani a Pescara, "Ci aspettiamo che - conclude - qualcuno venga ad annunciare ufficialmente le dimissioni dei consiglieri responsabili e il conseguente scioglimento del Consiglio Comunale, quale atto di buon senso verso la città di Pescara.”






Questo è un articolo pubblicato il 19-02-2014 alle 19:27 sul giornale del 20 febbraio 2014 - 629 letture

In questo articolo si parla di lavoro, economia, politica, vivere pescara, Ezio Ardizzi, confcommercio pescara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/YKS