No alle antenne dell'illegalità: il M5S prepara azioni di protesta

3' di lettura 10/02/2014 - Il Movimento 5 Stelle di Pescara inaugura un nuovo ciclo di incontri con i cittadini, per raccogliere le proposte e integrarle nel programma politico in vista delle elezioni amministrative di maggio. La prima tappa scelta dagli attivisti del M5S è il quartiere di San Silvestro, nel quale si terrà in data odierna (lunedì 10 febbraio, n.d.r.) un confronto con il comitato ‘No Elettrosmog’ al quale interverranno i deputati Gianluca Vacca e Daniele Del Grosso.

La storia ormai si ripete da anni: a seguito di indagini commissionate dagli stessi abitanti del quartiere sulle radiazioni elettromagnetiche emesse dalle Antenne radiotelevisive installate a ridosso delle abitazioni, si costituisce il comitato ‘No elettrosmog’ che intraprende la sua battaglia nella quasi totale indifferenza delle istituzioni. Dopo una serie di interventi inappropriati e inconcludenti da parte delle amministrazioni che si sono succedute nel corso degli anni ed in seguito ad una sentenza del Tar favorevole alle emittenti televisive, il Movimento 5 Stelle, a pochi mesi dal suo insediamento in Parlamento, rende pubblici importanti documenti che rivelano la totale assenza di autorizzazioni Ministeriali per le antenne, sia quelle di tipo analogico, che quelle del digitale terrestre di recente installazione.

In seguito a questo accertamento, il Presidente della Commissione di Vigilanza Rai Roberto Fico (Movimento 5 Stelle) ha fatto visita, accompagnato dal gruppo attivisti di Pescara e da alcuni membri del comitato 'No Elettrosmog', agli impianti delle antenne di San Silvestro per sincerarsi della reale situazione in cui versano gli abitanti dell’intero quartiere. Una situazione molto grave, causata dall’inquinamento elettromagnetico che raggiunge valori ampiamente superiori ai limiti consentiti dalla legge, oltre i quali i danni sul corpo umano possono assumere conseguenze irreparabili.

Numerosi sono i rapporti statistici che testimoniano l’aumento del tasso di mortalità dei cittadini di San Silvestro per motivi connessi dall’inquinamento elettromagnetico, quali tumori e leucemie. In seguito a questa visita il Presidente Fico ha avviato una procedura di accertamento informativo nei confronti della direzione generale Rai per comprendere le motivazioni che ne impediscono l’eventuale delocalizzazione in altri siti ritenuti idonei, che in Abruzzo sono circa 129.

In attesa dell'esito del ricorso al Consiglio di Stato circa la decisione presa dal Tar, un membro della commissione sanità del comune di Pescara, il medico Vincenzo Berghella in quota centro-destra, ha tirato fuori dai cassetti un vecchio progetto proponendo l’istallazione di una Maxi – Antenna di 275 metri in cemento sul colle di San Silvestro, che dovrebbe accogliere tutte le altre antenne liberando alcuni spazi attualmente occupati dalle stesse, senza andare a risolvere il problema fondamentale, ossia i danni provocati dall’ inquinamento elettromagnetico.

Il Movimento 5 Stelle rifiuta l’atteggiamento di tutte le forze politiche che da decenni non hanno mai preso una posizione netta, decisa e coerente nei confronti di questa annosa problematica e annuncia una serie di iniziative per opporsi a queste decisioni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-02-2014 alle 17:32 sul giornale del 11 febbraio 2014 - 1088 letture

In questo articolo si parla di attualità, san silvestro, politica, beppe grillo, pescara, elettrosmog, Movimento 5 stelle abruzzo, gianluca vacca, antenne san silvestro, roberto fico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Yg2