Calcio: terzo ko di fila per il Pescara, col Trapani finisce 0-1

2' di lettura 02/02/2014 - Ormai è ufficiale: il Delfino è in crisi. Dopo la straordinaria cavalcata di novembre e dicembre, la brusca interruzione del ko di fine anno con l’Empoli. Lunga pausa invernale, ma la musica non cambia: al 2-1 rimediato in casa del fanalino di coda Juve Stabia, fa seguito la terza sconfitta consecutiva, col Trapani di Boscaglia che sbanca meritatamente l’Adriatico (0-1).

Le numerose palle-gol create dai biancazzurri non coprono affatto le lacune di una squadra priva di nerbo, letteralmente irretita dall’undici messo in campo dal tecnico siciliano.

Dopo la partenza sprint dei siciliani, che sfiorano il vantaggio al 5’ (botta di Basso murata dalla difesa adriatica) e all’8’, con azione del solito Basso, il Pescara pare prendere le misure degli avversari, e inizia a rendersi pericoloso con Brugman, in azione personale (18’ pt), e Politano (foto), direttamente su corner (22’ pt).

Lo stesso attaccante romano, dieci minuti più tardi sciupa malamente la geniale imbeccata di Antonino Ragusa, gettando alle ortiche la palla del vantaggio. A una manciata di minuti dalla fine della prima frazione, l’episodio che si rivelerà decisivo per le sorti del match: Rizzo rimedia ingenuamente il secondo cartellino giallo, lasciando in 10 i padroni di casa.

Nella ripresa, dopo una bella conclusione da fuori area di Ragusa sventata da Nordi, il Trapani gela in contropiede gli spalti dell’Adriatico: Gambino si invola verso la porta biancazzurra e, a tu per tu con Belardi, non fallisce la palla del vantaggio (9' st). La reazione del Pescara è ancora sui piedi di Ragusa, che poco dopo lo svantaggio colpisce la traversa con una bellissima conclusione da fuori.

La furia del Pescara pare a questo punto non trovare sbocchi, con i siciliani abilissimi a irretire gli avversari. Il secondo legno del match, colto in questo caso da Gianluca Caprari (40’ st), strozza in gola l’urlo dei tifosi biancazzurri e restituisce alle cronache un Pescara in caduta verticale. In attesa del big match tra le prime della classe (Empoli-Palermo, in programma lunedì 3 febbraio, n.d.r.), la classifica da qualche settimana ha smesso di sorridere.


Il tabellino del match:

Pescara-Trapani 0-1

PESCARA (3-4-3): Belardi, Zauri, Schiavi, Cosic ( 22' st Caprari); Balzano, Rizzo, Brugman, Rossi; Politano (1' st Bovo), Maniero (27' st Sforzini), Ragusa. All: P. Marino
TRAPANI (4-4-2): Nordi, Garufo, Pagliarulo, Terlizzi, Rizzato; Basso (37' st Pacilli), Caccetta, Pirrone, Nizzetto; Gambino (17' st Mancosu), Iunco (24' st Abate). All. R. Boscaglia

Arbitro: Fabbri di Ravenna
Reti: 9' st Gambino
Note: espulso al 38' pt Rizzo per doppia ammonizione.






Questo è un articolo pubblicato il 02-02-2014 alle 17:34 sul giornale del 03 febbraio 2014 - 673 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, pescara, serie B, Paolo di Toro Mammarella, pescara calcio, daniele sebastiani, pasquale marino, stadio adriatico, antonino ragusa, matteo politano, gianluca caprari, trapani calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/XT3