Chiodi passa al contrattacco: 'Mai preso un centesimo, sono pronto a dare battaglia'

2' di lettura 31/01/2014 - Dopo i duri attacchi mossi da esponenti del Movimento 5 Stelle e del Partito democratico, il presidente della Regione Abruzzo Gianni Chiodi (foto) replica alle critiche e respinge le accuse su 'rimborsopoli'.

"Non ho causato alcun danno alla Regione Abruzzo - spiega il governatore -, questo deve essere chiaro. Non un solo euro è stato distratto per fini personali e presto sarà dimostrato". Al contrario, Chiodi rivendica i risultati conseguiti nei 5 anni di governo: "Dal 2008 a oggi Giunta e Consiglio hanno fatto un lavoro straordinario, in condizioni difficilissime. Oggi sono in grado di dire che restituisco agli abruzzesi una Regione migliore".

Relativamente alle voci sulla cosiddetta 'notte proibita', che avrebbe trascorso in un albergo romano con una giovane abruzzese, Chiodi chiarisce che "le questioni legate alla mia sfera personale, che ho voluto ammettere per lealtà, non mi hanno condizionato in alcun modo nelle scelte di governo. E' stata una debolezza portare quella ragazza in albergo, ma da parte mia non c'è stato nessun tipo di aiuto o favoritismo. Sono i fatti, le carte a dimostrarlo".

Il pensiero di Chiodi va a quanti, finora, non hanno fatto mancare il loro sostegno, anche in un momento particolarmente difficile come questo, che coincide con gli ultimi mesi del suo mandato. "Le manifestazioni d’affetto e di vicinanza che mi hanno sommerso in questi giorni mi danno ancora più forza e determinazione per condurre la prossima campagna elettorale".

Infine, un messaggio molto chiaro a chi, nello stesso centrodestra, in questi giorni ha messo in dubbio la sua ricandidatura: "Se queste sono le premesse - annuncia il governatore - sarà una vera battaglia, che condurrò con tutte le mie energie".






Questo è un articolo pubblicato il 31-01-2014 alle 13:01 sul giornale del 01 febbraio 2014 - 1105 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, roma, partito democratico, pd, pescara, Abruzzo, sesso, Gianni Chiodi, teramo, regione abruzzo, Movimento 5 Stelle, raccomandazioni, M5S, Paolo di Toro Mammarella, Pd Pescara, andrea colletti, gianluca vacca, rimborsopoli, scandalo rimborsi, scandalo rimborsi spesa, marco rapino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/XOd