Turismo, finanziamenti a fondo perduto: in arrivo maxi-bando da 5 milioni

3' di lettura 11/12/2013 - La Giunta regionale ha approvato l'avviso pubblico per la selezione e il finanziamento a fondo perduto di iniziative legate all'incentivazione e sviluppo di servizi turistici, finalizzato a 'Aumentare la competitività della destinazione favorendo la cooperazione e le reti di aggregazione settoriale territoriale di soggetti privati e/o pubblico-privati dell’offerta'. Le domande potranno essere presentate a partire dalla data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo (B.U.R.A.), prevista nei prossimi giorni.

Aumentare la competitività delle imprese turistiche abruzzesi attraverso servizi turistici più efficienti, che possano contribuire alla promozione e al miglioramento della destinazione Abruzzo sul mercato italiano e su quello internazionale: sono queste le finalità di 'Obiettivo turismo', che punta a rilanciare e potenziare l'offerta turistica regionale, offrendo nuove possibilità anche al mondo del lavoro.

L’Avviso Pubblico per la selezione e il finanziamento di iniziative legate all’incentivazione e sviluppo di servizi turistici, mira a sostenere, con la concessione di contributi a fondo perduto per un ammontare complessivo di 5 milioni di euro, iniziative promosse da imprese legate alla creazione e allo sviluppo di servizi turistici a supporto dell’offerta locale, per favorire la promozione, la crescita e la competitività dell’Abruzzo come destinazione turistica di livello sia in ambito nazionale che estero.

Diverse sono le tipologie di interventi ammessi a finanziamento, il cui comune denominatore è rappresentato dal miglioramento dell’offerta già esistente, che può consistere anche in investimento tecnologico. A titolo solo esemplificativo, infatti, i servizi turistici potranno consistere in itinerari di visite guidate attuati nelle modalità più diverse, nei centri storici o in aree naturali; apertura e fruizione organizzata di luoghi potenzialmente interessanti sotto il profilo turistico; informazione e assistenza al turista per la fruizione del territorio quali segnaletica, service point, siti web, call center; laboratori di pratica e conoscenza del patrimonio materiale e immateriale della regione; fruizione del patrimonio naturalistico e culturale della Regione personalizzata per target specifici di utenza (famiglie, sportivi, diversamente abili).

Nell’ambito delle attività ammesse a finanziamento sono consentiti anche interventi innovativi finalizzati al miglioramento del sistema gestionale delle imprese, che comprende sia l’acquisizione di strumentazioni tecnologiche di elevata specializzazione e complessità utili allo sviluppo ed all’evoluzione dell’azienda, che l’attuazione di specifici progetti territoriali.

Importante: sono esclusi dal finanziamento i servizi di ricettività e organizzazione di eventi. Il progetto deve essere avviato entro 60 giorni dalla data di sottoscrizione del finanziamento e realizzato entro un anno. L’importo del contributo può arrivare fino a 50 mila euro ed il bando sarà pubblicato sul B.U.R.A. a metà dicembre.

'Obiettivo Turismo': analisi del programma

Dotazione finanziaria: 5 milioni di euro.
Settori intervento: Mare, montagna, ecoturismo, didattica naturalistica, turismo culturale-religioso-pellegrinaggio, turismo eno-gastronomico, fly&drive, turismo sportivo, turismo congressuale, turismo etnico di ritorno, wellness e golf, diportismo nautico, croceristico e incentive.
Beneficiari: imprese già esistenti e iscritte nel registro delle imprese (le nuove imprese possono essere iscritte in forma inattiva).
Spese ammissibili: realizzazione strutture leggere smontabili, ristrutturazione e adeguamento spazi e locali destinati ad una delle suddette attività d'intervento, impianti tecnologici e noleggio impianti, progettazioni tecniche, direzione e assistenza lavori(max 10% totale), spese per autonoleggio mezzi collegati e funzionali alla fruizione delle suddette attività, spese per lancio pubblicitario max 10% totale spesa (costi ideazione, registrazione logo, produzione e stampa di materiale informativo e pubblicitario, depliant e brouchure, manifesti, spot radiofonici e televisivi, inserzioni, portale web dedicato, app per dispositivi mobile, partecipazione a fiere e mercati).
Intensita' aiuto: contributo a fondo perduto max 80% dell'investimento ammissibile. Il contributo non potrà essere mai superiore ai 50.000,00 euro. L'investimento proposto non potrà essere inferiore ai 15.000,00 euro.
Presentazione domanda: entro 45 giorni dalla data di pubblicazione del bando sul Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo, prevista per metà dicembre 2013.

Per informazioni e assistenza:

Cna Pescara
Settore progetti comunitari e finanziamenti speciali
Telefono: +390854315200 (int. 207)
http://www.cnapescara.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-12-2013 alle 10:39 sul giornale del 12 dicembre 2013 - 2437 letture

In questo articolo si parla di lavoro, economia, turismo, cna, disoccupazione, pescara, Gianni Chiodi, occupazione, mauro febbo, cna pescara, alfredo castiglione, finanziamenti a fondo perduto, CNA abruzzo, turismo abruzzese, obiettivo turismo, bando turismo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/VPZ